Ma com'è il miele bio? - Blog - Il miele di nonno Lello

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ma com'è il miele bio?

Il miele di nonno Lello
Pubblicato da in prodotti dell'alveare ·
Ma com'è il miele bio?

Praticamente è da quando ho inizato a fare l'apicoltore che seguo i principi fondamentali del biologico, ma da quest'anno finalmente IL MIELE DI NONNO LELLO è certificato BIO.

Mi è già capitato  parecchie volte che qualcuno mi chiedesse "cosa vuol dire MIELE BIOLOGICO?".
Oppure che mi dicessero "...ma tanto il miele è tutto biologico, lo fanno le api...".
Proviamo a spiegare allora cosa vuol dire BIOLOGICO per qunto riguarda il MIELE.

Ma in apicoltura cosa vuol dire biologico?

L'obiettivo del metodo biologico è quello di avere nel prodotto finale la minor quantità, o l’assenza, di residui pericolosi per la  salute; l’attenzione deve essere quindi incentrata su dove vengono dislocati gli alveari e su ciò che viene utilizzato nella cura delle api.

Innanzitutto quindi in un'azienda certificata BIO tutti gli alveari devono essere lontani da fonti di inquinamento, preferendo terreni condotti con metodo biologico o con tecniche di coltivazione a basso impatto ambientale.

Non solo è importante la qualità dell'ambiente in cui vivono le api! Anzi! Le normative per un'apicoltura biologica riguardano anche e soprattutto le tecniche e materie prime utilizzate nell'allevamento delle api.

Gli alveari devono essere di materiali naturali (legno) ed è stato quindi bandito l'utilizzo dei portasciami in polistirolo, che genera sicuramente seri rischi di contaminazione ambientale.

Se vi è necessità inoltre di alimentare le api, e per il bio è concessa solo alimentazione in caso di rischio di vita per l'alveare (e NON per accellerare il ritmo di crescita delle colonie d'api e quindi per aumentare la produzione di miele), si possono utilizzare solamente materie prime certificate biologiche.

Altro aspetto sono i trattamenti sanitari che in apicoltura vengono effettuati per salvare le api dal loro peggior nemico, l'acaro varroa; la cura delle api può avvenire solo con prodotti naturali (acidi organici ed olii essenziali) e vietati tutti i medicinali ottenuti per sintesi chimica, che peraltro residuano per anni nella cera (che è il primo "contenitore" del miele che noi poi mangiamo).

La cera utilizzata nei propri alveari viene quindi analizzata e deve essere esente  da  sostanze non autorizzate nella  produzione  biologica, controllo che evidentemente non esiste nell'apicoltura convenzionale.

Ecco, queste sono le possibili differenze tra un miele bio e uno "non bio", ma non è tutto qui:
oltre all'attenzione sulla salubrità del prodotto, c'è la voglia di provare a rispettare e preservare la natura (anche dell'ape in questo caso) e limitare il più possibile i danni che l'uomo produce all'ambiente.

"Ma tanto il miele è tutto biologico, lo fanno le api"...Beh, forse non è proprio così...












Nessun commento


ISCRIVITI ALLA NOSTRA
NEWSLETTER:


Il miele di nonno Lello di Bizzocchi Manuel Via Roma Sud 99 42030 Vezzano sul Crostolo CF BZZMNL81D16F463F P.IVA 02712970355
INDIRIZZO:

Via Martiri della libertà 9
42030 Vezzano sul Crostolo

I NOSTRI MERCATI

Lunedì mattina:   Castelnovo Monti
Mercoledì mattina: Vezzano s/C
Sabato mattina:   Reggio Emilia

TEL +39 346 84 08 711
Email info@ilmieledinonnolello.it
Torna ai contenuti | Torna al menu